ERGO SUM

domenica 16 ottobre 2016

Vana speranza

Inutile
Passi felpati i tuoi
Non incontrano i miei
Ombre immobili
Su pensieri ancorati
Non sei qui perché lo senti
Lo sei ma stringo i denti
Inevitabilmente assumo le vesti
Di chi sa farsi male
Le tue parole cristalline
Colpiscono
Fingo
Giro lo sguardo
Persevero e provo
Mentre il tuo volto si oscura
Le tue mani mi cercano
Io annego
Soffoco in questa dannata attesa
Vana speranza

compresa

Post più popolari

Qualcosina su di me!!!

La mia foto
Roma / Sevilla, RM, Italy
(Roma, 08.10.1977)- E’ laureata in Farmacia, presso l'Università degli studi di Roma "La Sapienza". Si affaccia al mondo della poesia sin da piccola, quando scopre i versi di G. Leopardi, G. Ungaretti, E. Montale.

A quindici anni inizia a esprimere i suoi stati d’animo, inquieti e romantici, componendo “Noi come voi”, "Il Silenzio”, "Spiagge", "Penna fra le dita", poesie acerbe e istintive, manifestazioni di quella continua e quotidiana ricerca di equilibrio e amore che tuttora permea le sue opere, nonché espressioni della difficoltà di crescere e di rapportarsi con familiari e amici, con l’amore e l’amicizia, la malinconia e la gioia.

Nel 1995 ha vinto il Premio per la Poesia indetto dalla casa editrice "Libro Italiano" di Messina.

Nell’Antologia “Diglielo al vento – Donna in poesia - Versi al femminile” ha inserito una sua opera “Arco” (Aprile 2011- Ass. Culturale Darmatan – Progetto Flanerí).
Seconda classificata ad un concorso di Poesia inedita organizzata dall'associazione "Insieme Nel Mondo" - Savona (3 sett 2011).

Contattatemi